Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

La mamma di Marilia da Barbara D'Urso: "Non provo odio"

Quasi una mezzora davanti alle telecamere di Canale 5 per Natalia Maria da Silva, la mamma della giovanissima Marilia brutalmente uccisa dall'amante Claudio Grigoletto, a Gambara

Natalia Maria da Silva, la mamma di Marilia, ospite da Barbara D'Urso

Gli occhi lucidi, ancora pieni di lacrime già versate, e il ricordo di una tragedia che sarà impossibile da dimenticare, la morte della figlia ancora giovanissima, con una vita intera davanti, per mano di un amante confuso e violento. Natalia Maria da Silva, la mamma di Marilia, ha parlato per quasi mezzora, davanti alle telecamere di Domenica 5, ieri pomeriggio da Barbara D’Urso.

Uccisa da Claudio Grigoletto, troppi gli indizi che portano ad una sola pista, in grembo un bimbo che voleva tenere a tutti i costi, e che portava addosso i geni dell’uomo che forse amava. Ma lui era già sposato, un’altra famiglia alle spalle, e la moglie Jessica Alari che cerca di difenderlo anche nell’evidenza più amara: i microfoni di Canale 5 sono arrivati fino ad Adro, lei schiva e burbera ha evitato ogni risposta.

Il ricordo di un percorso travagliato, Marilia che raggiunge mamma Natalia “quando aveva solo 17 anni”, insegnava italiano ai bambini, nel cuore la grande passione, “io prima o poi voglio volare”. E allora la strada della hostess, proprio al campo volo di Bedizzole conosce Grigoletto, rampante 32enne con cui l’amore pare inevitabile, per lei che ama l’Italia e vuole costruirsi un futuro qui.

Mamma Natalia non piange, sospira. E ricorda ancora i ‘primi passi’ di Marilia, in un monolocale a Borgosatollo. In poco tempo rimane incinta, attende notizie dal ‘suo’ Claudio, lui glissa sempre, evita il discorso, monta castelli in aria, parla di una casa già comprata, “stai tranquilla che adesso mollo mia moglie e veniamo ad abitare tutti insieme”.

E invece la tragedia prende forma, lei che si trasferisce a Gambara perché senza stipendio è difficile vivere, racconta alla mamma di aver capito tutto di lui, “mi ha solo preso in giro, ma è il papà di mio figlio”. La follia dell’omicidio, il racconto di un assassino che non sta in piedi.

“Quando ha saputo della morte di Marilia – spiega mamma Natalia – ha capito subito che era stato lui. Ma non provo odio, non voglio vendetta. Voglio giustizia. Lui sta in carcere, e lui sa la verità. Non posso che vivere a metà, come se mi mancasse il cuore. Mi sarei presa cura io di lei e del bimbo. Mi manca davvero tanto. Le ultime parole che mi ha detto? Mamma, ti amo”.

Omicidio Gambara: il pm accusa Claudio Grigoletto di "omicidio premeditato". Marilia è tornata in Brasile
SULLO STESSO ARGOMENTO:
- La confessione di Grigoletto: "Abbiamo litigato, ha battuto la testa"
- Grigoletto ammette la relazione
- Padre del bimbo, ha cercato di bruciarla
- Si cerca di contattare i familiari in Brasile
- Le analogie col caso di Simonetta Cesaroni
- Il sindaco: "Spero non sia femminicidio"
- Tubo della caldaia era svitato, sentito il fidanzato
- Ragazza trovata morta, si indaga per omicidio
- Ferite al capo, disposta l'autopsia
- Ragazza di 29 anni trovata morta in ufficio


 

Potrebbe interessarti: https://www.bresciatoday.it/cronaca/claudio-grigoletto-brescia-omicidio.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BresciaToday/201440466543150

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mamma di Marilia da Barbara D'Urso: "Non provo odio"

BresciaToday è in caricamento