rotate-mobile
Cronaca

Rissa a Chiuduno (Bergamo), la Lega all'attacco degli immigrati

Per il vice-segretario Matteo Salvini, la rissa che ha portato alla morte della 44enne Eleonora Cantamessa dimostra come in Italia non ci sia "più spazio neanche per un immigrato in più"

Quanto accaduto a Chiuduno, in provincia di Bergamo, "è l'ennesima tragedia figlia del lassismo su sicurezza e immigrazione. Sarebbe bene che qualche ministro troppo chiacchierone, che non conosce nulla sulla realtà del Nord, prima di chiedere a gran voce l'abolizione della Legge Bossi-Fini, di voler regalare cittadinanze a piene mani e di distribuire gratuite accuse di razzismo, si facesse un bel giro per Milano, Torino, Venezia o, più urgentemente, per le vie di Chiuduno".

Lo afferma in una nota il vice-segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, secondo il quale "la realtà è che in Italia, oggi, non c'è più spazio neanche per un immigrato in più".

SULLO STESSO ARGOMENTO:
- La mamma della ginecologa: "Sempre altruista, non poteva non fermarsi"
- Rissa degenerata a Chiuduno: morta ginecologa del Sant'Anna
- Eleonora Cantamessa lascia i genitori e il fratello Luigi

- Morta la ginecologa Eleonora Cantamessa, il ricordo dal Sant'Anna

- Rissa a Chiuduno: otto i feriti

Eleonora Cantamessa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa a Chiuduno (Bergamo), la Lega all'attacco degli immigrati

BresciaToday è in caricamento