menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rave a Zingonia: droga, cumuli di rifiuti e danni per migliaia di euro

Si è concluso il rave party abusivo nei capannoni della ex Tnt: un centinaio di denunce per occupazione abusiva e invasione di proprietà privata

Un'enorme distesa di rifiuti e danni alle strutture. E' quanto è rimasto a Zingonia dopo il rave party abusivo che, da venerdì a ieri, si è concentrato in due capannoni ex Tnt, occupati abusivamente da circa duemila giovani, tra cui moltissimi bresciani, già denunciati in più di 200 due mesi fa a Gardone.

I carabinieri hanno fatto sapere che, anche in questo caso, sono stati denunciati un centinaio di partecipanti con l'accusa di occupazione abusiva e invasione di proprietà privata: tra loro ci sono però anche gli organizzatori del rave, otto persone.

Nel corso dei tre giorni i partecipanti, tra cui moltissimi giovani bresciani, si sono concessi ogni genere di trasgressione, dall'alcol alla droga.

- RAVE PARTY A GARDONE: «I RAGAZZI SI VOMITAVANO ADDOSSO»

Ora il Comune di Verdellino si occuperà della pulizia delle strade, mentre per l'interno dei capannoni spetterà alla proprietà, un'immobiliare di Napoli, che dovrà anche fare il conto dei danni. Si parla comunque di decine di migliaia di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento