Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Massacrata con 4 coltellate all’addome e al collo: così è morta mamma Susy

L’esito dell’autopsia conferma le ipotesi degli inquirenti: Zsuzsanna Mailat è morta dopo aver subito quattro coltellate, tre all’addome e una al collo

Zsuzsanna Mailat

Quattro coltellate inferte con violenza inaudita, tre all’addome e la quarta (quella che la colpirà al collo) che si è rivelata fatale: sono queste le prime evidenze che emergono dall’esame autoptico effettuato sul corpo di Zsuzsanna Mailat, da tutti conosciuta come Susy, la giovane madre di 39 anni uccisa venerdì scorso dal marito Gianluca Lupi, nella loro casa di Milzano.

L’uomo, dopo averla colpita, è uscito per strada in stato confusionale: alle prime persone che ha incontrato, tra cui il sindaco, ha subito confessato di aver ucciso la moglie senza aver toccato i loro tre figli. Condotto immediatamente in carcere, Lupi è già stato interrogato più volte. Inevitabile anche l’accusa di omicidio volontario, per cui non si escludono aggravanti.

Il movente della separazione

Per gli inquirenti il movente sembra chiaro: i due si sarebbero dovuti separare, e a poche ore dalla tragedia (il sabato mattina) si sarebbero dovuti incontrare con un avvocato per proseguire l’iter della separazione. Questo non si verificherà mai a causa della furia di un marito che non avrebbe mai accettato la possibilità di essere lasciato dalla moglie.

I figli della coppia sono già stati trasferiti, in attesa delle decisioni del Tribunale dei minori. Fatta l’autopsia, si aspetta forse già nelle prossime ore il nulla osta alla sepoltura. La povera Susy verrà ricordata con una cerimonia anche a Milzano, ma verrà poi seppellita in Romania, il suo Paese d’origine.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrata con 4 coltellate all’addome e al collo: così è morta mamma Susy

BresciaToday è in caricamento