menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morbegno: in centinaia ai funerali di Giuliano Zuccoli, padre di A2A

Centinaia di persone ieri hanno preso parte alle esequie di Giuliano Zuccoli, padre di A2A morto all'età di 68 anni nella notte di venerdì scorso. Al termine del rito, la salma è stata tumulata nel cimitero di Morbegno

In centinaia hanno preso parte ieri pomeriggio a Morbegno (Sondrio) al funerale di Giuliano Zuccoli, il 'papa' di A2A, scomparso a Milano all'età di 68 anni nella notte tra venerdì e sabato scorso, vinto da un male contro cui combatteva da tempo.

Alla cerimonia dell'ex presidente dell'Aem Milano, di A2A e della Edison sono intervenuti anche tanti colleghi, manager e industriali che nel corso della loro vita professionale hanno incrociato Zuccoli, per quindici anni figura centrale nella politica energetica prima lombarda e poi nazionale.

Ad assistere alle esequie, oltre alla moglie Gigliola, ai tre figli e ai tanti abitanti di un paese, Morbegno, a cui Zuccoli é sempre rimasto molto legato, c'erano Renzo Capra, storico presidente dell'Asm Brescia, con cui Zuccoli realizzò la fusione che diede vita ad A2A, l'ex amministratore delegato di Edison, Umberto Quadrino, l'attuale numero uno di Foro Buonaparte, Bruno Lescoeur, l'industriale Federico Falck, gruppo nel quale Zuccoli mosse i primi passi della sua carriera, i vertici di Iren, Roberto Bazzano e Andrea Viero, il presidente di E.on Italia, Miguel Antonianzas, i vicepresidenti di Assolelettrica, Simone Mori e Francesco Zofrea, il direttore generale Adolfo Spaziani.

- A2A: si ragiona sulla sostituzione di Zuccoli, aperti i bandi per il Cds
- Edison: i comuni di Milano e Torino lanciano la Super-Edipower

Presente buona parte della prima linea manageriale di A2A, a partire dai direttori generali, Renato Ravanelli e Paolo Rossetti, così come il presidente del consiglio di sorveglianza, Graziano Tarantini, e molti consiglieri della multiutility nata grazie alla decisiva spinta di Zuccoli.

"Un manager di grande intraprendenza che ha dato un grande contributo alla visione globale della sua amata Valtellina, facendoci capire che dovevamo lottare uniti per fare valere il nostro territorio", hanno affermato Giovanni De Censi e Miro Fiordi, ai vertici del Credito Valtellinese, banca di cui Zuccoli era vicepresidente.


A dare l'ultimo addio a Zuccoli, anche tanti rappresentanti delle istituzioni, dal presidente della Provincia di Sondrio, Massimo Sertori, all'ex vicesindaco di Brescia, Luigi Morgano mentre il presidente del consiglio comunale di Milano, Basilio Rizzo, trattenuto a Milano da impegni istitutizionali, ha mandato un affettuoso messaggio di ricordo. Al termine del rito, officiato nella chiesa di San Giovanni, la salma è stata tumulata nel cimitero di Morbegno, città dove Zuccoli, che qui era nato, ancora risiedeva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Focolaio Covid in paese: il sindaco chiude tutte le scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento