Green Hill, la tensione sale ancora: proiettili al sindaco Elena Zanola

Dopo episodi simili riguardanti il comandante della polizia locale e i funzionari dell'Asl - accusati della mancata chiusura dell'allevamento -, questa volta le minacce hanno avuto come destinatario il sindaco di Montichiari

Continua a salire la tensione intorno al caso Green Hill. Dopo il caso delle scorse settimane di un impiegato dell’allevamento che ha cercato di investire due attivisti, e le buste con proiettili al comandante della polizia locale e all’Asl, questa volta il destinatario delle minacce è lo stesso sindaco Elena Zanola e i suoi familiari.

Il sindaco si dice stanca e indignata, e le minacce nei suoi confronti il frutto di una campagna mediatica diffamatoria, dato che – a norma di legge – lei non ha nessun potere su un’eventuale chiusura dell’allevamento: “Dopo aver consultato i miei avvocati – ha dichiarato - chiederò danni a tutte quelle televisioni e a quei giornali nazionali che hanno diffuso notizie false”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto la protesta non sembra volersi fermare, e per il 14 gennaio è stata organizzata una fiaccolata che attraverserà il centro di Montichiari, a partire dalle 17.30, per chiedere nuovamente la chiusura di Green Hill.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Coronavirus, allarme contagi di ritorno: 7 ragazze positive dopo una vacanza

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento