Cronaca

Green Hill: nuova pallottola minatoria. Stavolta tocca all'Asl

Continua a crescere la tensione sul caso Green Hill. Dopo il proiettile al comandante della Locale di Montichiari Cristian Leali, è emerso che un'analoga lettera minatoria è stata recapitata anche al distretto sanitario dell'Asl

Continua a salire la tensione intorno all’allevamento Green Hill di Montichiari. Dopo la pallottola recapitata al comandante della polizia locale Cristian Leali, è emerso che il 13 dicembre un'analoga lettera minatoria è arrivata al distretto sanitario dell'Asl. Sembra, inoltre, che nelle ultime settimane pesanti minacce siano state fatte anche al sindaco.

Sindaco e Asl sono da sempre obiettivo delle proteste dei manifestanti, che li ritengono autorizzati a chiudere l’allevamento, cosa che il primo cittadino ha sempre negato, dicendo di avere le mani legati in quanto Green Hill è in possesso di tutte le autorizzazioni previste dalla legge.

La brutta piega che sta prendendo il caso, che ormai ha assunto una portata nazionale, è stata denunciata dallo stesso sindaco Zanola, che nei giorni scorsi ha chiesto al neo ministro dell’Interno Cancellieri di intervenire, domandando inoltre che siano presi provvedimenti contro Michela Brambilla, da sempre in prima linea nella protesta contro l’allevamento di cani beagle.

Intanto la protesta degli attivisti non si ferma, e per il prossimo 23 dicembre è stata organizzata una manifestazione al Pirellone per dare ulteriore visibilità alla loro battaglia.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Hill: nuova pallottola minatoria. Stavolta tocca all'Asl

BresciaToday è in caricamento