rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Pisogne / Via Trento

Chiazza di 3 km sul Lago d'Iseo: Balotta sentito in Procura

L'esponente di Legambiente è stato interrogato in quanto persona informata sui fatti

Martedì 23 aprile, il presidente di Legambiente del Basso Sebino, Dario Balotta, è stato chiamato a testimoniare dalla Procura della Repubblica di Brescia in merito al recente inquinamento del lago d’Iseo.

Lo sbarco dei detenuti sul Lago di Iseo:
«Liberi a Montisola»

La sezione di Polizia Giudiziaria ha sentito il presidente dell’associazione ambientalista in qualità di persona informata dei fatti. Balotta è stato infatti ascoltato per circa due ore sugli eventi relativi sull’enorme chiazza rossa che ha albergato per molti giorni sul lago.

"L’apertura dell’indagine da parte della Procura della Repubblica - ha dichiarato fuori dal Palagiustizia - potrà finalmente far luce su quanto avvenuto sul Sebino individuandone i responsabili".

Per l'associazione ambientalista, la chiazza costituisce "il più grande inquinamento del Sebino degli ultimi anni", composta - molto probabilmente - da "scarichi fognari e scarichi industriali illeciti mescolati assieme". Sotto accusa anche le nuove strutture fognarie di Pisogne, secondo gli attivisti malfunzionanti nonostante "gli interventi costati centinaia di migliaia di euro".

La macchia vista dall'elicottero e dalle montagne

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiazza di 3 km sul Lago d'Iseo: Balotta sentito in Procura

BresciaToday è in caricamento