Cronaca

Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

Ultimi aggiornamenti sul coronavirus bresciano: due nuovi casi certi, un terzo sospetto (se confermato, sarebbe il primo di Brescia città). In Lombardia più di 300 contagi

Centotrenta nuovi casi in tutta Italia, 65 in Lombardia, due bresciani e un terzo sospetto: sono questi gli ultimi numeri dell'emergenza coronavirus, aggiornati all'alba di giovedì 27 febbraio. Non si arresta dunque l'estensione del contagio, comunque ancora limitato se consideriamo la vastità dei territori coinvolti: con i due nuovi casi salgono intanto a quattro i bresciani contagiati.

I primi due stanno bene, entrambi ricoverati nel reparto Malattie infettive del Civile di Brescia: si tratta di una ginecologa di 36 anni in servizio all'ospedale di Manerbio e residente a Cellatica, e di un 51enne di Pontevico che lavora per una cooperativa ma che sarebbe anche allenatore di calcio.

Due nuovi contagi

Dei due nuovi casi, uno è ricoverato al Civile e l'altro a Manerbio. C'è un terzo caso sospetto sottoposto a tampone, ma in attesa di conferme; sarebbe il primo contagiato che abita a Brescia città. Nel dettaglio, i due nuovi contagiati sono un anziano residente a Erbusco, ricoverato prima a Iseo e poi trasferito al Civile, e una persona che abita a Leno, attualmente ancora al nosocomio di Manerbio.

Sulla gravità delle loro condizioni si attendono aggiornamenti clinici più specifici. A livello italiano sono 455 i positivi al coronavirus, 130 in più rispetto a mercoledì mattina: nella notte la quota dei positivi lombardi ha raggiunto i 305, tra i tanti anche una collaboratrice del governatore Attilio Fontana, che si è autonomamente posto in isolamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

BresciaToday è in caricamento