menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio della Maddalena: all'orgine una truffa da 400.000 €

All'origine del duplice omicidio ci sarebbe una maxi-truffa organizzata ai danni dei due imprenditori macedoni assassinati. I fermati sono due italiani, Daniele Savini e Luca Cerubini, un ex poliziotto e un ex carabiniere

Avevano organizzato una maxi truffa finanziaria ai danni di due imprenditori macedoni (Hristo Uzunov ed Erem Salija di 42 e 45 anni

Leggi tutto: https://www.bresciatoday.it/cronaca/identificati-cadaveri-maddalena-hristo-uzunov-erem-salija.html
Diventa fan: https://www.facebook.com/pages/BresciaToday/201440466543150
, arrivati a Brescia lo scorso 23 giugno) che, però, si erano resi conto del raggiro. Questo il movente che avrebbe spinto Daniele Savini, 37enne, ex appuntato dei Carabinieri residente in via Crocifissa di Rosa, e Luca Cerubini, 33enne ex poliziotto in servizio a  Milano, ad uccidere i due macedoni e ad abbandonare i loro corpi sulla Maddalena, la montagna di Brescia, dove il 15 ottobre scorso sono stati trovati i corpi in avanzato stato di decomposizione.

SI CERCA UN TERZO COMPLICE FORSE FUGGITO IN TUNISIA

Cerubini e Savini, fermati ieri su disposizione della Procura di Brescia, - secondo quanto hanno spigato gli investigatori - avevano architettato un complesso piano, promettendo ai due imprenditori macedoni un finanziamento di circa 20 milioni di euro; in cambio, nel corso di quasi un anno a cavallo tra 2010 e 2011, si erano fatti consegnare circa 400 mila euro per coprire fantomatiche spese per l'apertura della linea di credito e sconti su obbligazioni.

Quando i due macedoni, intuendo il raggiro, hanno cominciato a pretendere la restituzione del denaro, anche con pesanti minacce, i due italiani li avrebbero attirati in una trappola mortale a Brescia. L'arma del delitto non è ancora stata ritrovata. Nell'abitazione del 37enne Cerubini, a Brescia, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato una pistola Block 9x21, centinaia di bossoli, decine di proiettili, due pugnali.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Coronavirus: a Brescia 186 casi e 17 morti, i nuovi contagi Comune per Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento