Cronaca

Vallio Terme, in migliaia per ricordare Alessio: “Sei il nostro angelo”

Commozione diffusa nella chiesa di Vallio Terme, piena fino all’ultimo posto per ricordare il giovanissimo Alessio Quaini, morto a 13 anni a Villanuova. Il suo cuore non ha retto, si è fermato per sempre

Una commozione diffusa, mentre un intero paese si è riunito per salutare, per l’ultima volta, il piccolo Alessio Quaini. Morto improvvisamente, a soli 13 anni: di colpo, da un momento all’altro. Si è accasciato a terra mentre era in ‘gita’ a Villanuova, in municipio: inutili i tentativi di salvarlo, il piccolo Alessio è morto poche ore più tardi, in ospedale.

Il parroco di Vallio Terme, nella chiesa piena fino all’ultimo posto che ospitato i funerali del 13enne, non è nemmeno riuscito a parlare, dalla commozione. Lui che lo aveva battezzato, lo aveva visto crescere, non ha retto al dolore, insopportabile per chi lo conosceva, per la famiglia e per i coetanei.

I suoi compagni di classe lo hanno ricordato per quello che era, “e ora sarai il nostro angelo”. Come l’avesse scritta lui stesso, si è raccontato in una lettera che ha riempito i cuori e le menti di dolore, di una comunità intera.

Appassionato di calcio, tifoso del Milan, troppo spesso tradito da quel cuore malandato, malformato. “Guardate in cielo il sole che splende. E quando lo guardate, pensate ancora a me”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vallio Terme, in migliaia per ricordare Alessio: “Sei il nostro angelo”

BresciaToday è in caricamento