Cronaca

Le lacrime di Vallio per Alessio: lunedì l'addio a un "piccolo angelo"

Mamma Erika e papà Paolo piangono la scomparsa del loro secondo figlio, strappato alla vita dal medesimo difetto cardiaco, per il quale era morto a due anni Simone, il fratello gemello. L'intero paese in lutto: lunedì le esequie nella chiesa parrocchiale

Difficile trovare le parole per raccontare la morte di un giovane ragazzo di 13 anni, un "piccolo angelo" - così lo salutano i suoi amici su Facebook - che lascia un enorme vuoto in famiglia e nel piccolo paese dove abitava, a Cereto di Vallio. Alessio Quaini se ne è andato nel primo pomeriggio di venerdì, strappato alla vita da quel problema al cuore con cui conviveva da quando era nato, e che già era risultato fatale al fratello gemello Simone, morto all'età di due anni.

Alessio viveva con la mamma, Erika Mabellini, dopo il trasloco da Caschino, altra frazione del Valliese. Il padre Paolo, al quale il 13enne era molto legato, abita invece a Gavardo, dove si è rifatto una nuova vita a seguito della separazione dalla prima moglie. Tutti sapevano del difetto congenito che affliggeva il ragazzo, con cui - a differenza del fratello - era riuscito a trovare un seppur difficile rapporto di coesistenza. L'unica e vera soluzione, però, sarebbe stato un trapianto, un cuore tutto nuovo che a questo punto resterà soltanto un sogno irrealizzato.

Il parroco del paese, Don Angelo, ha già annunciato che il funerale si terrà lunedì alle 15, nella chiesa parrocchiale dei santi Pietro e Paolo. Un ultimo addio a quel piccolo volto così simpatico e buono, occhialoni neri e sorriso sempre sulle labbra. Le sue ultime foto raccontano del desiderio di diventare grande, la passione per il Milan e la musica rap, i 'selfie' con lo sguardo serio di chi vuole far vedere che è già un 'ometto'. Un peperino dai capelli rossi, a cui era impossibile non volere bene.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le lacrime di Vallio per Alessio: lunedì l'addio a un "piccolo angelo"

BresciaToday è in caricamento