Cronaca San Bartolomeo / Via Antonio Pigafetta

Il giallo del fornaio preso a fucilate in strada: trovata un'auto bruciata

Sparatoria nella notte, panico e paura in tutto il quartiere

Per i carabinieri la dinamica è chiara, un po' meno (almeno per ora) il movente: di certo c'è che intorno alle 2 di notte, tra Via Pigafetta e Via del Gallo al quartiere San Bartolomeo, il 66enne Dario Cocchini è stato raggiunto da un colpo di fucile, probabilmente caricato a pallettoni da caccia, rimasto ferito alla gamba e per questo ricoverato in ospedale, non grave, al Civile. Gli aggressori hanno sparato due volte: mancando prima il bersaglio, danneggiando la vetrina di una parafarmacia, e poi colpendo invece la vittima che se la stava già dando a gambe. Panico e paura tra i residenti.

Recuperata la vettura utilizzata dagli aggressori

Cocchini, riferiscono i militari, era già noto alle forze dell'ordine: disoccupato, stava dando una mano al fratello nella forneria di proprietà di quest'ultimo. Era seduto sulla panchina di fronte al negozio quando si è scatenata la sparatoria. Gli aggressori sono fuggiti a bordo di una vecchia Mercedes bianca, degli anni Novanta: la vettura è già stata recuperata, completamente bruciata. Era stata rubata solo poche ore prima.

I sopralluoghi della Sezione investigazioni scientifiche

Le indagini sono in corso, affidate al Nucleo operativo della compagnia dei carabinieri di Brescia: sul luogo dell'agguato non sono mancati gli approfondimenti e i sopralluoghi dei militari della Sis, la Sezione investigazioni scientifiche. Non ci sarebbero screzi dal burrascoso passato di Cocchini ad aver scatenato la spedizione punitiva, ma forse qualche litigio più recente. Anche in tal senso proseguono gli accertamenti: ci sarebbe anche un testimone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo del fornaio preso a fucilate in strada: trovata un'auto bruciata

BresciaToday è in caricamento