Cronaca Serle

Olio motore nel laghetto del parco naturale: "Catastrofe ambientale"

Volontari già al lavoro, anche lunedì mattina, per ripulire e salvare gli anfibi che hanno rischiato di morire (a migliaia) per gli oltre 200 litri sversati nella Pozza di Meder a Serle

Non solo un danno ambientale forse irreversibile, ma pure la beffa che sia capitato nel giorno de “L'Ora della Terra”, l'iniziativa internazionale di sensibilizzazione ambientale voluta dal WWF. Si è sfiorata la strage, a Serle, una strage di anfibi proprio nel periodo della loro riproduzione. Sull'accaduto indagano i Carabinieri Forestale: ignoti hanno infatti sversato almeno 200 litri di olio esausto per motori in una delle “pozze” più frequentate da rospi, rane e tritoni.

Il laghetto è quello della Pozza di Meder, nel cuore dell'Altopiano di Cariadeghe, tra l'altro monumento naturale riconosciuto a livello nazionale. Per i volontari della Guardia Nazionale Ambientale di Brescia, intervenuti sul posto insieme a militari e altri attivisti e ambientalisti, non c'è dubbio che si tratti di una “catastrofe ambientale”.

“Migliaia di animali imbrattati in una soluzione vischiosa”, scrivono le Guardie. “C'è bisogno di aiuto per salvare rane, rospi, salamadre, tritoni e pesci che proprio in questo periodo sono impegnati nella riproduzione della loro specie. Si cercano volontari anche per i prossimi giorni, per chi parte dalla città o da altri luoghi si consiglia di aspettare le prossime indicazioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olio motore nel laghetto del parco naturale: "Catastrofe ambientale"

BresciaToday è in caricamento