Cronaca autostrada A4

Sotto l'autostrada A4 una sostanza che fa nascere bimbi malformati

Il tricloroetano, bandito dal Protocollo di Montreal nel 1996, è stato trovato a Castegnato nel sottopasso Tav. Proviene, probabilmente, dalla massicciata innalzata per la costruzione della terza corsia

Ancora veleni sotterrati nel sottosuolo bresciano, ancora i cantieri stradali sotto la lente d'ingrandimento di Procura e Arpa.

A Castegnato, nell'acqua di prima falda è stato trovato tricloroetano in quantità 4 volte oltre i limiti, a valle della montagna di rifiuti emersa a seguito della costruzione del sottopasso alla linea Tav.

La sostanza, oltre a essere tossica all'uomo e mortale per pesci e insetti, è un sospetto teratogeno. Ovvero, è ritenuta capace di causare lo sviluppo anormale di alcune regioni del feto durante la gravidanza, che può tradursi nella nascita di un bambino con gravi malformazioni.

E' stata utilizzata come potente solvente nell'industria metallurgica e meccanica fino al 1996, anno in cui fu messa fuorilegge. E' facile ipotizzare la sua provenienza, dunque: quella grossa discarica di scorie industriali che altro non è la terza corsia dell'autostrada A4, costruita nel corso degli anni '80.

Se si scavasse da Brescia a Milano, probabilmente emergerebbe un po' di tutto da sotto il manto stradale: una sorta di vaso di Pandora fatto con l'asfalto. Sempre a Castegnato, infatti, il mese scorso era stato scoperto un inquinamento da cromo 1.400 volte superiore ai limiti. Ora i lavori al sottopasso subiranno un ulteriore stop.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto l'autostrada A4 una sostanza che fa nascere bimbi malformati

BresciaToday è in caricamento