Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Rezzato / Via Brescia

Parcheggio franato nel torrente: "Impossibile lavorare. È tutto transennato"

Il giorno dopo il disastro, la conta dei danni

Non c’era la solita ressa questa mattina al bar Verdi di Rezzato: il locale si affaccia sul parcheggio di via Brescia letteralmente collassato nel canale Naviglio Grande durante il nubifragio di mercoledì pomeriggio. Le immagini della frana hanno fatto il giro del web e sono diventate il simbolo dell'ondata di maltempo che ha messo in ginocchio la città e parte della provincia. Il piazzale, per ovvie ragioni di sicurezza, è transennato e inagibile ma le attività commerciali sono regolarmente aperte.

"Ho già registrato un calo di clienti del 60% - spiega la titolare del locale - perché il bar non è più raggiungibile in auto. Bisogna parcheggiare altrove e raggiungere il bar a piedi, ma anche il piazzale adiacente è stato chiuso: speriamo di tornare in fretta alla normalità”.

Per cause ancora da accertare, verso le 18.50 del 24 maggio, ha ceduto la sponda del torrente e due delle tante auto in sosta sono piombate nel greto del corso d’acqua. Per fortuna, all’interno delle macchine non c’era nessuno. I commercianti non si sarebbero accorti di nulla, come spiega la commessa del negozio di abbigliamento per bambini situato a pochi metri di distanza:
“Il rumore della pioggia era talmente forte che non abbiamo sentito boati e dalle vetrate non si vedeva nulla: mi sono resa conto di quello che era successo, perché un uomo è entrato nel negozio, in preda al panico, dicendo che le macchine erano piombate nel torrente”.

Sul posto sono accorsi in pochi gli agenti della Polizia Locale e quindi i Vigili del Fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggio franato nel torrente: "Impossibile lavorare. È tutto transennato"
BresciaToday è in caricamento