Disastro ambientale tra Dello e Ospitaletto: arrestati tre imprenditori

In manette tre volti noti dell'imprenditoria bresciana, titolari di due aziende di trattamento di panni industriali di Dello e Ospitaletto. Sono stati arrestati dalla Polizia Ambientale e Forestale di Brescia

Il Nucleo Investigativo della Polizia Ambientale e Forestale di Brescia ha arrestato tre persone, ora accusate di aver provocato un “disastro ambientale”, tre volti noti dell’imprenditoria della Bassa Bresciano. Si tratta di tre amministratori di due diverse aziende della provincia, una con sede a Dello e una di Ospitaletto.

Aziende specializzate nella produzione e nel trattamento dei cosiddetti “panni tecnici”, panni ‘speciali’ utilizzati nell’industria pesante per la pulizia e la rimozione dei residui e delle scorie. Panni che non sono ‘usa e getta’ ma riutilizzabili, e che devono essere sottoposti a delicate procedure di pulizia e sterilizzazione.

Procedure che non venivano assolutamente rispettate: gli agenti della Polizia Ambientale negli anni hanno rilevato irregolarità e illeciti continui, lungo tutta la filiera della lavorazione. Il panno da lavare, quasi contaminato, veniva lavato e pulito senza rispettare le minime norme di sicurezza.

Il rifiuto, o meglio il residuo industriale fino ad arrivare alle scorie, veniva quindi smaltito senza essere trattato. Provocando quindi un inquinamento irreversibile sui terreni circostanti, fino a contaminare anche le falde acquifere.

Gli inquirenti hanno poi rilevato violazioni sulla mancata tracciabilità dei rifiuti trattati e sul mancato controllo dei panni ‘contaminati’ che venivano trasportati. I tre imprenditori sono sotto inchiesta anche per violazione delle norme sulla sicurezza del lavoro. Sono tutti e tre in carcere, in attesa di giudizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento