Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Centro / Via Fratelli Bandiera

Movida Carmine: decibel troppo alti, il Tar contro palazzo Loggia

Il Tribunale amministrativo bacchetta il Comune per la mancanza di provvedimenti contro i rumori provenienti fuori dai locali notturni

Sembra proprio non esserci pace per il Carmine e la Movida notturna. Dopo la strage di patenti delle scorse settimane, a dare man forte alle proteste dei residenti arriva ora il Tribunale amministrativo bresciano, che ha accolto il ricorso presentato ad aprile da alcuni cittadini, tra cui la cognata dell'ex sindaco Paroli, proprio contro il rumore proveniente fuori dai locali.

Malati di movida al Carmine,
dove la notte «non finisce mai»

Il Tar richiama palazzo Loggia per la mancanza di provvedimenti contro l'attuale situazione, facendo riferimento in particolare ai locali di via Fratelli Bandiera. Ora il Comune dovrà in qualche modo affrontare la questione dei "decibel" troppo alti, anche se si escludono provvedimenti generalizzati.

La sentenza definitiva del Tar dev'essere ancora pronunciata, ma - intanto - viene critica l'immobilità della giunta Paroli nonostante i rilevamenti acustici effettuati dai residenti mostrassero una situazione fuori norma.

Facile, a questo punto, che il Tribunale chieda al Comune di riportare la situazione nella legalità. I residenti, nell'istanza presentata, presentano come soluzione l'anticipazione della chiusura serale degli stessi locali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida Carmine: decibel troppo alti, il Tar contro palazzo Loggia

BresciaToday è in caricamento