Cronaca Centro / Via Fratelli Bandiera

Carmine, è lotta alla movida: in una notte strage di patenti

Il prefetto Livia Narciso Brassesco Pace annuncia l'ennesimo inasprimento dei controlli. Domenica sera il primo assaggio con 17 patenti ritirate

Nuovo giro di vite contro i disagi ai residenti del Carmine causati dalla movida notturna. Prefettura e Questura coordineranno le forze di polizia cittadine che saranno impegnate, ha annunciato il prefetto Livia Narciso Brassesco Pace, in un'ampio sistema di controlli. In azione, dunque, ci saranno contemporaneamente Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia locale.

Verranno effettuate operazioni dissuasive contro schiamazzi e abbandono di rifiuti. D'ora in avanti, inoltre, i militari chiederanno ai gestori di smettere di servire alcolici a persone già visibilmente ubriache.


Domenica sera, intanto, già diversi bresciani hanno dovuto fare i conti con le nuove e più serve misure. In via Porta Pile, c'è stata una vera e propria strage di patenti: 17 sono state ritirate per guida in stato di ebbrezza. I conducenti avevano tutti un'età tra i 18 e i 32 anni (sei i giovanissimi sotto i 22 anni), due dei quali con un tasso alcolemico tre volte superiore al limite di 0,50 g/l: rischiano ora fino a due anni di sospensione della patente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carmine, è lotta alla movida: in una notte strage di patenti

BresciaToday è in caricamento