menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Breno: cane massacrato perché "non ubbidiva ai comandi"

I Carabinieri di Breno ricostruiscono il movente del folle gesto di padre e figlio, di 80 e 49 anni e residenti in paese, che al Passo Crocedomini hanno brutalmente ucciso un cane da pastore "che non ubbidiva ai comandi"

Dopo aver identificato i due brutali aggressori che hanno ucciso a bastonate, e a sassate, un cane meticcio al Passo Crocedomini, i Carabinieri di Breno sono riusciti a ricostruire anche il movente. Il motivo scatenante la furia omicida sarebbe stata la disobbedienza dell’animale: un cane da pastore, e che non rispondeva ai comandi.

Sono stati denunciati, e rischiano fino ad un anno e mezzo di carcere, padre e figlio residenti in paese di 80 e 49 anni. Su di loro pende l’accusa di animalicidio: una sequenza violentissima, documentata da una serie di fotografie che ritraggono anche una terza persona, e un bambino che osserva attonito la scena.

Breno: cane massacrato, identificati i due mandriani
BRENO, CANE MASSACRATO:
LE FOTO SHOCK

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BresciaToday/201440466543150

La barbara sequenza scandita da diciannove fotogrammi ha avuto come teatro un pascolo vicino al passo Crocedomini. Il cane viene stordito con delle bastonate sulla testa e sulla schiena e successivamente lapidato. Il figlio salta sulla testa con un piede.

L'animale viene poi lasciato agonizzante sul prato, fin quando il padre che lo aveva colpito per primo lo finisce fratturandogli il cranio con una grossa pietra. Poi si concede una pausa di relax di fianco alla carcassa insanguinata, come 'raccontato' dalla foto di copertina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento