Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Controllo velocità: esperimenti in BreBeMi e sulla "Sud"

La provincia di Brescia al lavoro per un'alternativa ai Tutor, che costerebbero troppo: presto al via una sperimentazione in Tangenziale Sud, all'altezza di San Polo. E in BreBeMi al lavoro solo la Polizia Stradale

Non si placa la polemica, a distanza o meno, sulla recente inaugurazione dell’autostrada BreBeMi. Nel lungo elenco degli ‘scoperti’ anche la mancanza di rilevatori di velocità (oltre che di distributori di benzina), tema su cui la provincia di Brescia si sta già rimboccando le maniche.

Al momento sulla nuovissima A35 i controlli sulla velocità spettano alla Polizia Stradale, che ha già ‘strappato’ diverse multe, il cui ricavato andrà in parte ai Comuni attraversati. Ma si attendono buone nuove per l’eventuale installazione di un vero e proprio sistema fisso, anche per non andare incontro all'accusa di concorrenza sleale con l'autostrada A4, giocata su un tema delicatissimo qual è la sicurezza stradale.

Si cerca perciò un'alternativa al Tutor, un’esclusiva di Autostrade per l’Italia e che quindi costa parecchio. Lo dimostrano gli ultimi installati in Tangenziale Sud. E proprio lungo la trafficata tangenziale bresciana la provincia cerca un nuovo dispositivo per il controllo della velocità media.

Una tecnologia presto in fase di sperimentazione, denominata "Velocar": rilevatori di velocità più versatili ed economici, senza spire nell'asfalto e con l'utilizzo dei soli radar, che saranno installati all’altezza dello svincolo di uscita per San Polo, in direzione Milano. La posa era prevista per domenica, poi rinviata causa maltempo. Se funziona, non sia mai che presto arrivino anche sulla BreBeMi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controllo velocità: esperimenti in BreBeMi e sulla "Sud"

BresciaToday è in caricamento