Cronaca Odolo

Manager morto in elicottero: l'amico che lo pilotava è accusato di omicidio colposo

Svolta nelle indagini sulla morte di Alfredo Buda, 59 anni

E' stato rinviato a giudizio, per omicidio colposo, l'imprenditore di Odolo Giorgio Oliva, oggi 62enne: era lui alla guida dell'elicottero Robinson (di sua proprietà) precipitato in Val d'Aosta, sul Monte Breithorn, la sera del 24 ottobre di due anni fa. A seguito dell'incidente perse la vita, morto sul colpo, il 59enne Alfredo Buda, manager della Iro spa di Odolo e residente a Castelmella.

Solo pochi mesi fa la Procura di Aosta, che coordina le indagini, aveva avviato degli approfondimenti in merito all'ipotesi di omicidio colposo. Le evidenze raccolte hanno dunque portato al rinvio a giudizio: per l'accusa dunque non sono da escludere eventuali responsabilità del pilota (e proprietario).

La ricostruzione dell'incidente

In particolare, quella sera, non ci sarebbero state le condizioni di sicurezza necessarie per decollare. Oliva e Buda stava rientrando, in elicottero, dopo una giornata passata a sciare sulle piste. Ma qualcosa è andato storto, complice la bufera che si stava scatenando: l'elicottero precipiterà a terra a più di 3mila metri d'altitudine, in una zona impervia di Cime Bianche Laghi.

Dopo la caduta venne subito lanciato l'allarme, ma ci sono volute delle ore prima che i soccorsi riuscirono a individuare il luogo dell'incidente. Al loro arrivo, in piena notte, Alfredo Buda era già morto. Oliva verrà invece trasferito in ospedale, con diverse fratture, ma se l'è cavata. E ora il processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manager morto in elicottero: l'amico che lo pilotava è accusato di omicidio colposo
BresciaToday è in caricamento