Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Tentata estorsione da un milione di euro: imprenditore condannato a 1 anno e 4 mesi

Dal tribunale la sentenza nei confronti di Ugo Canali, commerciante di pellicce di Soncino: 1 anno e 4 mesi di reclusione (pena sospesa) per una tentata estorsione da 1 milione di euro. Assolto il 52enne orceano Ermanno Vanderi

Una storia complicata, un rapporto deteriorato tra due imprenditori che si conoscevano da anni, e da anni lavoravano insieme: una vicenda che al momento si è conclusa con la condanna a 1 anno e 4 mesi di reclusione (ma la pena è stata sospesa) nei confronti di Ugo Canali, commerciante di pellicce residente a Soncino, piccolo paese del Cremonese al confine con Orzinuovi.

In realtà l'accusa era anche più pesante: il pm aveva chiesto fino a 5 anni di reclusione per le accuse di estorsione aggravata e appropriazione indebita. La sentenza ha ridotto di parecchio il “peso” delle accuse, derubricate in tentata estorsione. Sono stati invece assolti quelli che erano considerati i suoi complici: il 50enne mantovano Giancarlo Peschiera, anche lui commerciante di pellicce, e il muratore bresciano di 52 anni Ermanno Vanderi.

Vittima della tentata estorsione l'imprenditore romagnolo Giorgio Magnani, di 70 anni, titolare dell'azienda Romagna Furs con sede a San Marino. Lui aveva accusato Canali di aver fatto sparire ben 362 pellicce, dal valore commerciale vicino al milione di euro. La merce sarebbe “scomparsa” dal negozio di Canali, ma lo stesso avrebbe detto di averla portata semplicemente a casa.

L'imprenditore accusato ha comunque raccontato di averlo fatto per risolvere una questione “personale” con Magnani, e non per ripianare i debiti – come invece sostiene l'accusa – che avrebbe avuto con lui. Per Canali questi debiti non ci sarebbero dovuti essere. Ora la sentenza, ma potrebbe non essere finita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata estorsione da un milione di euro: imprenditore condannato a 1 anno e 4 mesi

BresciaToday è in caricamento