Cronaca Via Adamello

Valanga a Temù, travolti quattro sciatori. Uno è gravissimo

L'uomo, 50 anni di Leffe (Bergamo), è ricoverato in condizioni disperate al Civile

Sono un uomo di 50 anni di Leffe e un 53enne di Treviolo, entrambi comuni in provincia di Bergamo, i due scialpinisti travolti oggi dalla valanga alla Calotta di Temù.

Il primo è ricoverato in condizioni disperate agli Spedali Civili di Brescia, dove è giunto in eliambulanza in grave ipotermia. Il 53enne, pure bergamasco, è meno grave all'ospedale di Trento.

La massa di neve, di circa 250 metri di larghezza e 500 di lunghezza, si è staccata dalla montagna a 3100 metri di quota intorno alle 12.30 e ha travolto quattro scialpinisti bergamaschi, residenti in Val Seriana.

Due sono riusciti subito a mettersi in salvo e hanno dato l'allarme. Sul posto sono arrivati anche i tecnici di terra della V delegazione bresciana e del Soccorso alpino del Trentino e i carabinieri della stazione di Ponte di Legno. In totale le operazioni di salvataggio ha visto impegnata una cinquantina di persone.

Sono state localizzate e tratte in salvo dopo oltre un'ora e mezza di ricerche le due persone che erano state travolte e sepolte da una valanga staccatasi dal fianco della montagna alla Calotta di Temù. Trasportate dall'eliambulanza in ospedale, sono in condizioni critiche. Le altre due persone che erano state travolte e subito tratte in salvo, sono illese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga a Temù, travolti quattro sciatori. Uno è gravissimo

BresciaToday è in caricamento