Guerriglia in centro per la manifestazione sulla sanatoria

Numerose tensioni e scontri tra i manifestanti e la Polizia in piazza Rovetta. Presidio permanente in piazza Vittoria. Il corteo ha deviato rispetto al percorso previsto. Ribaltati ed incendiati due cassonetti in via Leonardo Da Vinci.

Doveva partire alle 16 di oggi, sabato 21 marzo,  la manifestazione che era stata indetta da Diritti per tutti,  con il Coordinamento immigrati Cgil, Associazione dei senegalesi di Brescia e provincia e Associazione culturale islamica Muhammadiah, ma già prima dell’inizio ufficiale, alle 15.30, è stato bloccato un furgone a noleggio in via Milano (su cui erano caricati strumenti per l'amplificazione) con a bordo tre manifestanti che sono stati portati via da una Volante.

Un quarto d’ora dopo, in piazza Rovetta, si  sono verificati  momenti di tensione tra manifestanti e l’assessore Fenaroli.Attorno alle 16.15, si sono registrate ulteriori tensioni. I manifestanti hanno sfondato le transenne, ma la loro carica è stata respinta. I manifestanti hanno chiesto il rilascio dei tre fermati in via Milano.«Staremo qui per far sentire la nostra voce. Se non rilasceranno i nostri compagni qualcuno si dovrà assumere la responsabilità di ciò che accadrà a Brescia da questa sera in avanti» Hanno detto.

Uno nuovo tentativo di sfondamento, ma più blando, attorno alle 17.Poi il corteo ha deviato rispetto al percorso previsto, percorrendo tutta via S. Faustino fino ad arrivare a piazzale Battisti, bloccando il traffico. Due cassonetti sono stati posti in mezzo alla strada e uno dato alle fiamme.

Dopo le 18.30 il corteo si è diviso: alcune centinaia di manifestanti si sono spostate in Piazza Rovetta, dove ci sono stati diversi scontri con le forze dell'ordine che tengono la piazza  blindata e transennata. Altri manifestanti  si sono spostati nei pressi del Quadriportico di Piazza Vittoria  dando  vita a un presidio permanente.

I manifestanti sono scesi in piazza contro «l’anomalia tutta bresciana rispetto alla gestione della sanatoria 2012, e un trattamento discriminatorio verso gli immigrati sul rinnovo del permesso di soggiorno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento