Si sparano a letto: dolore e sgomento per Stefano ed Emanuela

Nuvolento sotto shock per il dramma di via Cavour. Stefano Inzoli è morto sul colpo, Emanuela Vanorio lotta tra la vita e la morte al Civile di Brescia

Emanuela Vanorio e Stefano Inzoli

NUVOLENTO. Sono Stefano Inzoli, ex guardia giurata 51enne, ed Emanuela Vanorio, 59 anni, le vittime della terribile tragedia che si è consumata in un piccolo condominio di via Cavour. Lui è morto sul colpo, lei è stata ricoverata in condizioni disperate nella seconda divisione di Rianimazione dell’ospedale Civile.

Un paio di anni fa, i due coniugi erano stati costretti a lasciare la loro abitazione a Brescia, trasferendosi a Nuvolento dalla madre di Stefano, dopo che lui aveva perso il posto di lavoro. La morte dell’anziana donna, avvenuta lo scorso anno, ha fatto precipitare ulteriormente la situazione. Entrambi senza lavoro e impossibilitati a pagare l’affitto, all’arrivo della lettera di sfratto hanno deciso di farla finita, esasperati da una vita sempre più precaria, in ultimo giudicata insostenibile.

Le condizioni di Emanuela restano disperate, ma i medici del nosocomio cittadino stanno facendo di tutto per salvarle la vita. Sul caso indagano i carabinieri, ma su quanto accaduto restano pochi dubbi. Non si tratterebbe infatti di un caso di omicidio-suicidio: entrambi i coniugi sono stati trovati sul letto con in mano una pistola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento