Cronaca Centro / Via Gasparo da Salò

Quattro bresciani in corsa per gli Oscar del cibo di strada

La prima edizione degli Oscar del Cibo di Strada, da assegnare a gennaio 2015: tra i candidati eccellenti anche quattro locali bresciani. L'osteria Bianchi, la piadineria Amarcord, la pescheria Montisola e i panini Salvetti

C'è anche l'osteria Bianchi tra i candidati per l'Oscar del Cibo di Strada

Gli Oscar del cibo di strada sono i riconoscimenti che premiano i migliori locali street food italiani in base ai gusti della gente. Piadinerie e ‘baracchini’ ambulanti, rosticcerie e simili: fino al 20 gennaio 2015 sarà possibile votare la location preferita tra quelle proposte nel lungo elenco proposto da CiboDiStrada.

Anche Brescia se la giocherà, con quattro locali sparsi in provincia: due nel cuore della città, altri due nel territorio vasto della Valcamonica. Tra i cittadini l’immancabile Osteria Bianchi, in Via Gasparo da Salò: candidato d’eccellenza grazie al celebre Bertagnì di pesce, inserito anche tra le ‘primizie’ riconosciute dal Gambero Rosso.

In Via Fratelli Ugoni invece la piadineria Amarcord, che spiazza la concorrenza grazie a proposte più romagnole che mai, e dunque fedelissime alla linea della tradizione e delle origini. In provincia la Pescheria Montisola, sempre in tour nei mercati settimanali del lago d’Iseo, e la panineria Salvetti, nel centro storico di Ponte di Legno. Dove si mangia, tra le tante proposte, un panino rustico con prosciutto di cervo, capriolo e camoscio.

Sono tre i premi che verranno assegnati entro il primo mese del prossimo anno: il miglior locale nazionale, il miglior locale regionale e il miglior prodotto street food. E pare che per l’ultima categoria più di un bresciano potrebbe arrivare alla volata finale. E intanto, secondo TripAdvisor, a Desenzano si cucina il miglior hamburger d’Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro bresciani in corsa per gli Oscar del cibo di strada

BresciaToday è in caricamento