rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca Montichiari

Schiacciato dai tondini durante la pausa pranzo: rabbia e dolore per la morte di Singh

La denuncia dei sindacati

Travolto e ucciso da un carico di tondini: Singh Balkar è morto mentre lavorava in un cantiere stradale per la nuova circonvallazione di Varna, in Alto Adige, provincia di Bolzano. Aveva solo 41 anni: di origine indiana, era residente a Montichiari.

Stando a quanto fatto sapere dai sindacati, il giovane uomo e padre stava lavorando, per conto di una ditta sub appaltatrice, nonostante gli altri operai fossero in pausa pranzo. Un diritto che a Balkar sarebbe stato negato. Erano le 13.30 di mercoledì 19 aprile: il 41enne sarebbe stato travolto dal fascio di tondini che in quel momento erano stati movimentati in cantiere e che si sarebbero sganciati da una gru. Immediatamente si era messa in moto la macchina dei soccorsi: tempo pochi minuti e sul posto già c'erano i sanitari dell'automedica e della Croce Bianca, oltre ai Vigili del Fuoco. Ogni tentativo di salvare l'uomo, purtroppo, si è rivelato vano: è morto sul colpo per via delle gravi ferite riportate.

"Il lavoro proseguiva, come nulla fosse accaduto"

Ma i lavori in  cantiere non sarebbero stati fermati: "Dolore, rabbia e sgomento sono le reazioni che abbiamo raccolto tra i colleghi di lavoro - fa sapere il segretario della Uil- Sgk di Bolzano Maurizio D'Aurelio - rabbia perché nonostante il corpo esanime del loro collega, tutto intorno il lavoro proseguiva, come non fosse accaduto nulla".

Sull'accaduto indagano carabinieri, ispettori del lavoro, autorità sanitaria e procura: sulla salma del giovane operaio sarà eseguita l'autopsia ed è stata aperta un'inchiesta per omicidio colposo. Molti i punti da chiarire: a cominciare dalle cause che hanno provocato il crollo dei tondini dalla gru, passando per le condizioni di lavoro. Gli inquirenti verificheranno se erano state messe in atto tutte le procedure di sicurezza e se, come denunciato i sindacati, al 41enne fosse stata negata la pausa pranzo.

Una volta avuto il nulla osta, cominceranno le complicate operazioni di trasferimento della salma per la sepoltura nel Paese natale dove vivono la moglie e i figli di Balkar. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiacciato dai tondini durante la pausa pranzo: rabbia e dolore per la morte di Singh

BresciaToday è in caricamento