Cronaca Serle

Bambina scomparsa, il mistero delle ossa: forse sono solo dei resti animali

Le ossa ritrovate non sarebbero umane: sia la Procura che i Carabinieri hanno riferito che potrebbero essere dei resti animali. Dal Civile di Brescia, che ha custodito i resti, fanno sapere che si tratterebbe di un cane.

Sarebbe stata in gran parte smentita, con il passare delle ore, la notizia secondo cui sull'Altopiano di Cariadeghe a Serle, al confine con Botticino, sarebbero stati ritrovati dei resti umani divorati dagli animali e compatibili con quelli di un bambino (o una bambina) di età compresa tra i 10 e i 12 anni. Inevitabile che subito si sia pensato alla piccola Iushra Gazi, la ragazzina autistica di 11 anni scomparsa il 19 luglio scorso, senza lasciare traccia.

Le ossa ci sono, ma non sarebbero delle ossa umane: sia la Procura che i Carabinieri hanno riferito che potrebbero essere dei resti animali. Dal Civile di Brescia, che ha custodito i resti, fanno sapere che si tratterebbe di un cane. I resti sono stati ritrovati ai primi di ottobre, nel corso della seconda campagna di ricerca.

Purtroppo anche questa si concluderà con un nulla di fatto. Se non fosse per queste ossa: la notizia è sempre stata tenuta nascosta, i resti subito consegnati ai Ris di Parma, il celebre Reparto investigazioni scientifiche che ha sottoposto quanto ritrovato ad accuratissime analisi.

E a quanto pare i risultati avrebbero smentito la loro origine umana: una circostanza poi confermata dalle “contro-analisi” del Civile di Brescia. Nessun ritrovamento successivo né precedente: ma in queste ore circolano ancora le voci di ulteriori accertamenti. Domanda lecita: ma se sono davvero ossa di animali, cosa rimane ancora da svelare?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambina scomparsa, il mistero delle ossa: forse sono solo dei resti animali

BresciaToday è in caricamento