Cronaca

Ubriaco fradicio, aggredisce la moglie e la minaccia con un coltello: arrestato

In manette un operaio residente in un comune dell'alto Sebino

Avrebbe maltrattato la moglie più e più volte, almeno finché la donna non ha trovato il coraggio per chiedere aiuto. La chiamata ai carabinieri da parte della vittima di abusi e violenze è scattata proprio lo scorso 8  marzo, la giornata internazionale dei diritti della donna.

Lui è stato arrestato, al termine dell'ennesima scenata: quando i carabinieri hanno fatto irruzione in casa, girava per le stanze dell'appartamento  - situato in un comune dell'Alto Sebino - impugnando un coltello da cucina. Pare che l'uomo - un operaio di 53 anni - fosse completamente ubriaco e in preda a un forte stato di agitazione. La moglie sarebbe riuscita, fortunatamente, a divincolarsi e a chiedere aiuto.

Il blitz dei militari della compagnia di Clusone ha probabilmente evitato il peggio e ora il 53enne è stato trasferito in carcere con l'accusa di maltrattamenti. Alle spalle avrebbe già diversi precedenti per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Non era la prima volta - stando a quanto ricostruito- che l'operaio maltrattava la donna sposata solo un anno fa e pare che anche i vicini di casa si fossero accorti delle tensioni tra i due. Una vita di coppia che non poteva durare a lungo: martedì l'incubo è finalmente finito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco fradicio, aggredisce la moglie e la minaccia con un coltello: arrestato
BresciaToday è in caricamento