Cronaca

Uomo scomparso da mesi, la svolta: si indaga per omicidio

Svolta nelle indagini sulla scomparsa di Franco Fiorini, il muratore di 46 anni di cui non si hanno notizie ormai da quasi tre mesi. La procura di Bergamo ha aperto un fascicolo d'indagine per omicidio

Franco Fiorini

Svolta nelle indagini, a quasi tre mesi dalla scomparsa. Sul caso di Franco Fiorini, muratore 46enne di Sarnico di cui non si hanno notizie ormai da 80 giorni, si apre la “pista” dell'omicidio. La decisione, clamorosa ma non troppo, l'ha presa il magistrato che segue le indagini, il pm Emanuele Marchisio della Procura di Bergamo.

Qualcosa di strano ci sarebbe. In particolare, una storia di cui mancano ancora troppi tasselli. Il 12 febbraio scorso, il giorno prima della scomparsa di Fiorini, proprio il muratore sarebbe stato vittima di un incidente a bordo del suo furgoncino da lavoro.

Un tamponamento mentre stava accompagnando a casa un'amica, con cui ci sarebbe stato del tenero, e che ha coinvolto anche un 46enne residente anche lui a Sarnico, e che per la stessa amica – lo avrebbe confessato ai Carabinieri – avrebbe pure avuto un debole. E a pochi giorni dal sinistro sospetto, la sua auto - una Opel Meriva - l'avrebbe fatta pure demolire.

Per gli inquirenti, una coincidenza sospetta. Appuntamento il giorno dopo, per la constatazione amichevole: ma di Fiorini nessuna traccia. Scompare da casa e dal lago d'Iseo dal 13 febbraio scorso. Ora le indagini alla svolta dell'omicidio.

Nessuna accusa, per ora, ma solo una decisione “pratica” per ampliare lo “spettro” delle indagini. E' successo tutto così in fretta: Franco Fiorini aveva appena salutato il figlio Federico, che quel giorno andava a scuola, al Serafino Riva. Poi, il nulla: il furgone abbandonato, il portafoglio sul sedile, il cellulare spento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo scomparso da mesi, la svolta: si indaga per omicidio

BresciaToday è in caricamento