Salò: braccato dai carabinieri, getta la droga in un torrente

Nei guai un tunisino di 26 anni. A suo carico sono state avviate le procedure per l'espulsione dall'Italia

I carabinieri di Salò hanno fermato un tunisino di 26 anni, pregiudicato, mentre vendeva droga ad un giovane tossicodipendente.

Nel corso del controllo, il 26enne è riuscito a disfarsi di alcune dosi gettandole in un vicino torrente. Addosso gli sono stati comunque trovati 200 euro in contanti, ritenuti provento dello spaccio, e altro materiale utile alle indagini, tra cui schede sim e due telefoni cellulari.

E’ stato denunciato a piede libero per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. A suo carico sono state avviate le procedure per l’espulsione dall’Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento