menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciavano cocaina davanti all'oratorio, affare da 80mila euro: arrestati 3 ragazzi

Rifornivano di cocaina tutta la Valle Sabbia ma anche diversi comuni del Gardesano. Indagata anche una giovane 22enne, che faceva da autista a uno dei pusher

Un business consolidato e decisamente redditizio: spacciavano cocaina in tutta la Valle Sabbia. Ma non non solo: la loro attività illecita si estendeva anche ad alcuni comuni del lago di Garda. Per questa ragione tre giovani albanesi di casa a Sabbio Chiese sono finiti in manette.

Gli arresti sono avvenuti nella prima mattinata di mercoledì, ma solo per il più giovane dei tre spacciatori, un 23enne, si sono anche aperte le porte del carcere. Per gli altri due - un 33enne e un 29enne - il gip ha disposto i domiciliari.

Le indagini

L'indagine, durata oltre un anno, era scattata a seguito di un controllo di routine sulle strade della Valle Sabbia. Nel giugno del 2018, i carabinieri di Vobarno avevano assistito in diretta ad uno scambio. Uno dei tre albanesi finiti dei guai era stato pizzicato proprio mentre, a bordo della sua auto, cedeva una dose di cocaina a un consumatore italiano. Scattata la perquisizione, i militari avevano trovato 3 grammi di polvere bianca e ben 2600 euro in contatti.

Da allora i militari hanno lavorato sodo per ricostruire la rete di spaccio. Partendo dalle dichiarazioni del cliente, hanno ricomposto tutti i tasselli del puzzle. Il giovane albanese non operava da solo, ma faceva parte di un gruppo organizzato. Uno dei tre aveva pure precedenti specifici: aveva ottenuto la sospensione del processo con messa alla prova, ma continuava imperterrito a spacciare.

Spaccio fuori dall'oratorio e al parco

Come detto un vero proprio business. Stando a quanto emerge dalla indagini, dal 2016 agli inizi del 2019, i tre avrebbero piazzato centinaia e centinaia di dosi. Identificati una trentina di clienti abituali, che hanno riferito di acquistare da una a tre dosi settimanali di cocaina, i militari hanno ricostruito cessioni per circa 600 grammi, per un guadagno di oltre 80.000 euro.

Le modalità di consegna della droga erano sempre le medesime: lo scambio avveniva per strada, anche in pieno giorno, nelle vicinanze di luoghi frequentati da minorenni come l’oratorio di Villanuova sul Clisi e il parco Avis di Sabbio Chiese.

Nel mirino dei miliari è finita anche la fidanzata del 23enne: la giovane donna pare facesse d'autista al compagno, favorendo così l'attività di spaccio. Per lei, una 22enne albanese, nessuna misura: è indagata in stato di libertà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento