Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Picchiata a sangue dal fidanzato, con il bimbo finisce in mezzo alla strada

I carabinieri hanno trovato la donna in strada e in lacrime: tra le braccia stringeva un neonato di soli 3 mesi. La giovane madre e il suo piccolo sono stati portati al caldo in caserma e poi in ospedale per ricevere le cure del caso: ora sono in una struttura protetta

Prima l'ha picchiata, poi l'ha chiusa fuori di casa insieme al figlio di pochi mesi. Non ha dimostrato alcuna pietà per la compagna e per il piccolo nato solo tre mesi fa dalla loro unione: li ha lasciati in strada, per ore, nonostante le temperature glaciali. A salvarli ci hanno pensato i Carabinieri, che hanno prontamente risposto alla richiesta d'aiuto della donna. 

La chiamata al 112 è scattata intorno alle 16.30 di domenica, da Roncadelle. Protagonisti della vicenda una ragazza di soli 23 anni, originaria della bergamasca ma residente nel comune dell'Hinterland di Brescia, il compagno, un 28enne bresciano noto in paese per l'indole violenta, e il loro piccolo di soli tre mesi.

Al termine dell'ennesimo violento litigio lui l'avrebbe picchiata: sberle, pugni e graffiassestati sotto gli occhi del figlio. Per sfuggire alle botte, la 23enne avrebbe preso il piccolo e lasciato in fretta e furia l'appartamento, senza avere il tempo di portare con sé nulla. Poco dopo avrebbe provato a rientrare in casa: avrebbe suonato più volte il campanello e bussato con insistenza alla porta, ma lui non ne le avrebbe più aperto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata a sangue dal fidanzato, con il bimbo finisce in mezzo alla strada

BresciaToday è in caricamento