Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Clienti ubriachi e risse continue: chiusa la discoteca Paradiso di Brescia

Decisa la sospensione per 15 giorni

Il questore di Brescia ha disposto la chiusura per 15 giorni della discoteca Paradiso. Il provvedimento arriva dopo l'escalation di episodi violenti accaduti recentemente nei pressi del locale, coinvolgendo clienti (tra di loro anche dei pregiudicati) in evidente stato di ebbrezza, culminati nell’ultimo periodo con l'intervento delle forze dell'ordine.

In particolare, la notte dello scorso 15 agosto, la Volante è intervenuta insieme al 118 per una violenta aggressione ai danni di un avventore, che – a seguito di un diverbio – è stato colpito da un pugno al volto, riportando la frattura della mandibola. Mentre l’8 agosto, gli agenti della Polizia di Stato erano intervenuti all’esterno del locale per una rissa; l’episodio aveva avuto origine all’interno, in seguito ad un alterco per futili motivi tra due gruppi di ragazzi. Un episodio molto simile a questo era avvenuto anche lo scorso 4 luglio, quando erano rimasti feriti due ragazzi per i quali si era reso necessario l’intervento del soccorso medico, mentre – il 16 febbraio – era stato richiesto l’intervento delle forze dell’ordine, per una violenta aggressione avvenuta tra le mura della discoteca: alcuni avventori avevano usato anche una bottiglia rotta come arma.

Nella giornata di oggi, mercoledì 18 agosto, il questore Giovanni Signer ha così disposto la chiusura per due settimane, ai sensi dell’articolo 100 "Tulps". Lo scorso 11 luglio, la discoteca era già stata sanzionata per l'attività di ballo dei clienti, in violazione alle misure volte a fronteggiare l’emergenza covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clienti ubriachi e risse continue: chiusa la discoteca Paradiso di Brescia

BresciaToday è in caricamento