Terrore nel centro commerciale: spari e fumogeni per l'assalto alla gioielleria

Banditi in fuga con un bottino da 50mila euro: il blitz intorno alle 19, a pistole spianate, alla gioielleria del centro commerciale Le Torbiere

Rapina a mano armata al centro commerciale Le Torbiere: si sono presentati in gioielleria poco prima dell'ora di chiusura, armati di pistole e fumogeni. Hanno sparato in aria, terrorizzando le commesse e i dipendenti, hanno svuotato alcuni estintori a terra per creare caos e confusione. Nel frattempo hanno depredato le teche e le vetrine del negozio, arraffando per oltre 50mila euro. Infine la fuga rocambolesca: a bordo di una Bmw X6 i cinque rapinatori hanno attraversato le province di Brescia e Bergamo, poi hanno abbandonato l'auto in un campo nel Cremonese. I ladri avevano studiato tutto nei minimi dettagli: a quanto pare stavano preparando il colpo da mesi. Un vero commando di rapinatori professionisti, armati di tutto punto.

Rapina a mano armata

Il blitz è andato in scena poco prima delle 19 all'interno del noto centro commerciale di Corte Franca. Incuranti di clienti e telecamere, i banditi con il volto coperto da un passamontagna hanno raggiunto rapidamente la gioielleria, gridando e minacciando clienti e commesse. Poi hanno sparato alcuni colpi in aria, e spruzzato gli estintori così da far credere alla sicurezza che fosse divampato un incendio.

Un diversivo che purtroppo ha funzionato: nel caos generale che si è creato i quattro banditi in azione (il quinto stava aspettando in auto, pronto alla fuga) sono riusciti a riempire zaini e sacchi di ori e gioielli, per un valore appunto di circa 50mila euro. Sembra però che l'intera refurtiva sia stata recuperata nel momento del loro arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fuga rocambolesca

Sono saliti di corsa in auto, e fuggiti dal parcheggio del centro commerciale verso la provincia di Bergamo. L'inseguimento a sirene spiegate ha coinvolto pattuglie dei carabinieri delle stazioni di Adro, Isero, Erbusco e Chiari, oltre che dei colleghi delle province confinanti. I banditi hanno lasciato l'auto in un campo e poi sono fuggiti, non si sa se a piedi o se a bordo di un altro veicolo. I carabinieri al momento mantengono il massimo riserbo sulle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

  • Auto precipita per decine di metri, morto il medico Giorgio De Thierry

Torna su
BresciaToday è in caricamento