Cronaca

Dosso preso troppo velocemente: cedono le vertebre a due anziane

Di ritorno da una gita domenicale una brutta sorpresa: dolori alla schiena per due pensionate di 63 e 68 anni a seguito di un dosso, sono lesioni e rotture di vertebre. Braccio di ferro tra autista e Comune

Una storia che ha dell’incredibile, e arriva dritta dritta dal cuore della pianura. A Pizzighettone un pullman di quelli comodi, pieno zeppo di anziani al rientro da una divertente gita domenicale.

Fermata dopo fermata, l’autobus si svuota: rimangono a bordo due signore, di 63 e 68 anni. Finché il mezzo non passa sopra un dosso, forse a velocità sostenuta, provocando un forte ‘sobbalzo’ che alle due donne provoca dolori immediati.

Le due infatti hanno subito una doppia lesione ad una vertebra: la prima, curabile con un po’ di convalescenza, la seconda invece una vera rottura, con tanto di operazione chirurgica.

Resta da capire quale sia la vera responsabilità: l’autista si è già dichiarato pronto, a far causa al Comune per un dosso troppo alto, e non adeguatamente segnalato. Dall’altra parte l’amministrazione comunale, che invece difende la ‘propria strada’ e accusa il guidatore, “andava troppo forte”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dosso preso troppo velocemente: cedono le vertebre a due anziane

BresciaToday è in caricamento