Cronaca San Zeno Naviglio

Panico tra i passeggeri del treno di capodanno: "A bordo c'è un uomo armato"

Falso allarme, per fortuna: ma è stato comunque denunciato il senegalese che la sera di capodanno si è presentato sul treno con una pistola scacciacani

Poteva diventare un incubo, per fortuna è stato solo un falso allarme: i passeggeri del convoglio partito da Brescia e diretto a Cremona si sono trovati di fronte un uomo armato, che a detta dei testimoni stava maneggiando un'arma, stava mostrando una pistola al suo compagno di viaggio. Sul treno attimi di vero panico: è stato subito allertato il controllore, che ha poi chiamato i carabinieri.

Falso allarme: la pistola in questione era solamente una scacciacani (e quindi innocua) a cui però era stato rimosso il tappino rosso che a prima vista vale come identificativo. Il protagonista della vicenda è un senegalese già noto alle forze dell'ordine, e ora denunciato per interruzione di pubblico servizio. Il treno infatti è stato fatto fermare alla stazione di San Zeno.

Qui i carabinieri sono saliti a bordo e hanno verificato di che pistola si trattasse: appunto una scacciacani, una pistola a salve (solitamente a uno o più colpi) usata solo in funzione di deterrente, e ancora considerata alla stregua di “un gioco di ragazzi”.

Peccato che stavolta abbia fatto danni, e senza nemmeno sparare un colpo: a decine i passeggeri rimasti bloccati sul treno la sera di capodanno. Il convoglio diretto a Cremona è poi ripartito, ovviamente in ritardo: ultimo dell'anno col brivido,

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panico tra i passeggeri del treno di capodanno: "A bordo c'è un uomo armato"

BresciaToday è in caricamento