Cronaca

Pauroso incendio in villetta: donna ustionata, pompiere precipita da 3 metri

Incendio a Gratacasolo di Pisogne, martedì pomeriggio: ci sono volute più di tre ore per spegnere le fiamme. Sul posto ben cinque squadre dei vigili del fuoco di Lovere e Darfo. Due i feriti

L'incendio è divampato intorno alle 15, in villa su due piani di Gratacasolo, frazione di Pisogne sul lago d'Iseo: il tetto e la mansarda sono andati completamente distrutti, e il bilancio di giornata conta anche due feriti, la padrona di casa e un pompiere. Ci sono volute ore per domare le fiamme: quando era già buio, il tetto bruciava ancora.

Forse un corto circuito a scatenare l'inferno di fuoco pomeridiano. Sul tetto infatti ci sono i pannelli solari: un guasto all'accumulatore elettrico avrebbe provocato la scintilla che poi è divampata sul tetto e sulla mansarda. Anche l'appartamento all'ultimo piano è stato seriamente danneggiato.

Danni per decine di migliaia di euro, e due feriti. La padrona di casa, ricoverata per una lieve intossicazione da monossido. Non solo: nel tentativo disperato di spegnere le fiamme sul nascere si è pure procurata un'ustione di primo grado alle mani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pauroso incendio in villetta: donna ustionata, pompiere precipita da 3 metri

BresciaToday è in caricamento