Cronaca

Immigrazione e reati contro il patrimonio: Bassa al setaccio

Controlli intensificati dai carabinieri della Compagnia di Verolanuova

Nei giorni scorsi, i carabinieri della Compagnia di Verolanuova hanno passato al setaccio stazioni ferroviarie, caselli autostradali e aree dismesse della Bassa Bresciana, per contrastare il fenomeno dell’immigrazione clandestina e per prevenire reati contro il patrimonio.

I controlli hanno consentito di rintracciare G.F., 55enne di origine siciliana, condannato a 3 anni per furto aggravato a seguito di commessi circa 5 anni fa nei comuni di Bagnolo Mella, Pontevico e San Zeno Naviglio.

Sono state inoltre deferite in stato di libertà 2 persone per violazione delle norme sull’immigrazione. Si tratta di due indiani: un 40enne residente in Lonato ed un 46enne di Castiglione delle Stiviere.


Nell’operazione sono stati impiegati 9 pattuglie e 18 militari, che hanno fermato e controllato in tutto 135 persone, di cui 36 straniere. Quattro, infine, le patenti di guida ritirate per guida in stato di ebbrezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrazione e reati contro il patrimonio: Bassa al setaccio

BresciaToday è in caricamento