Immigrazione e reati contro il patrimonio: Bassa al setaccio

Controlli intensificati dai carabinieri della Compagnia di Verolanuova

Nei giorni scorsi, i carabinieri della Compagnia di Verolanuova hanno passato al setaccio stazioni ferroviarie, caselli autostradali e aree dismesse della Bassa Bresciana, per contrastare il fenomeno dell’immigrazione clandestina e per prevenire reati contro il patrimonio.

I controlli hanno consentito di rintracciare G.F., 55enne di origine siciliana, condannato a 3 anni per furto aggravato a seguito di commessi circa 5 anni fa nei comuni di Bagnolo Mella, Pontevico e San Zeno Naviglio.

Sono state inoltre deferite in stato di libertà 2 persone per violazione delle norme sull’immigrazione. Si tratta di due indiani: un 40enne residente in Lonato ed un 46enne di Castiglione delle Stiviere.

Nell’operazione sono stati impiegati 9 pattuglie e 18 militari, che hanno fermato e controllato in tutto 135 persone, di cui 36 straniere. Quattro, infine, le patenti di guida ritirate per guida in stato di ebbrezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento