Ladri in fuga tra le case e l'autostrada provocano 3 incidenti: tutti arrestati

Sono stati presi da Polizia Locale e Stradale i tre ladri (marito, moglie e figlio) in fuga a bordo di una Opel Zafira tra Palazzolo sull'Oglio e Bergamo

Foto d'archivio

Folle inseguimento tra Urago d'Oglio, Palazzolo, l'autostrada e la periferia di Bergamo, dove tutto si è concluso: una famiglia di ladri professionisti ha scatenato il panico nel primo pomeriggio di giovedì, in fuga dopo l'ennesimo furto ai danni di un professionista, cui è stato letteralmente svuotato il furgone (per un bottino di circa 4.000 euro).

L'allarme lanciato a Palazzolo sull'Oglio

Tutto è cominciato poco prima di mezzogiorno, a Urago d'Oglio: è qui che i tre banditi (marito e moglie, e con loro il figlio ancora minorenne) hanno derubato il furgone e si sono dati alla fuga. La loro auto, una Opel Zafira, è stata intercettata verso le 13 dalla Polizia Locale di Palazzolo sull'Oglio: il sistema di rilevamento targhe aveva infatti verificato la mancanza di copertura assicurativa.

L'auto ovviamente non si è fermata allo stop, ma ha tamponato un altro veicolo per liberarsi la strada per la fuga. A sirene spiegate, gli agenti della Locale sono partiti al suo inseguimento, allertando anche le altre forze dell'ordine. I ladri in fuga hanno attraversato il confine bergamasco e imboccato l'autostrada, tra l'altro sfondando la sbarra del casello.

Doppio schianto in piazza a Colognola

Come nei film, dietro di loro c'erano Polizia Locale, Polstrada e Carabinieri: la Opel Zafira intorno alle 14 è uscita dall'autostrada, raggiungendo la piazza del quartiere di Colognola, periferia di Bergamo. Qui la fuga dei banditi si è interrotta, a causa di un doppio incidente: prima un'auto parcheggiata, poi un'altra in movimento, centrata frontalmente per fortuna senza gravi conseguenze (illesa la giovane donna alla guida).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre hanno cercato di scappare a piedi, per fortuna senza riuscirci: sono stati tutti intercettati e arrestati da Polizia Locale e Stradale. L'uomo alla guida della Opel è risultato essere un latitante, ricercato dopo la sua fuga dal carcere durante un permesso premio: è stato condannato a 8 anni di carcere. Con lui la moglie e il figlio minorenne: durante l'inseguimento hanno lanciato oggetti addosso alle auto della Polizia che avevano alle calcagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento