rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Alfianello

Litigano per il gatto, aggredisce la moglie con 5 coltellate: è tentato omicidio

Chiesto il rinvio a giudizio per il 56enne

La Procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio - prossima udienza il 19 giugno - per il 55enne di Ostiano, ma addetto alle pulizie in una falegnameria di Alfianello, che il 30 luglio di un anno fa venne arrestato per tentato omicidio dopo che, come ricostruito dagli inquirenti, avrebbe inferto ben 5 coltellate alla moglie, 52 anni. È accusato di tentato omicidio aggravato dai futili motivi: l'uomo avrebbe aggredito la moglie al termine di un litigio per il gatto. Lei avrebbe voluto tenerlo, lui invece avrebbe voluto liberarsene: è da qui la situazione è degenerata e si è sfiorata la tragedia.

Sopravvissuta all'aggressione

All'arrivo dei militari aveva le mani ancora sporche di sangue: non oppose resistenza. La donna venne ricoverata d'urgenza in ospedale con 4 tagli all'addome (le più gravi) e un'altra ferita al collo, più superficiale: sottoposta a una delicata e urgente operazione chirurgica, rimase per 13 giorni in terapia intensiva, in pericolo di vita. Ma alla fine è sopravvissuta a quanto accaduto.

Il marito ha più volte ribadito di essere pentito per il suo gesto: tramite il suo avvocato ha chiesto scusa più volte alla moglie. Dopo la richiesta di rinvio a giudizio, si procederà in tribunale. L'udienza preliminare, come detto, è stata fissata per il 19 giugno a Cremona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litigano per il gatto, aggredisce la moglie con 5 coltellate: è tentato omicidio

BresciaToday è in caricamento