Film hard in casa, ma per pagare le bollette: i figli restano al padre

Il tribunale ha deciso, almeno per ora: niente affido dei figli a Daiana Mori, la mamma di Ospitaletto che era stata "beccata" a girare filmini hard tra le mura di casa. Resteranno al padre

Foto di repertorio

Il tribunale ha deciso, almeno per ora: niente affido dei figli alla mamma di Ospitaletto che era stata “beccata” a girare filmini hard tra le mura di casa. I due ragazzi, di 14 e 16 anni, resteranno con il padre: questa la pronuncia del Tribunale dei Minori. Ma non è finita: il 16 marzo prossimo toccherà proprio ai due figli essere ascoltati in udienza.

La protagonista della vicenda è una donna di 46 anni, nome d'arte Daiana Mori ma nota anche come Daiana la Bresciana. L'ultima sentenza del giudice, poco prima di Natale: l'utilizzo della casa coniugale come “set” per filmati pornografici avrebbe rappresentato un “pregiudizio gravissimo” alla dignità dei ragazzi.

La donna ha poi fatto ricorso, che il tribunale gli ha respinto: nonostante lei avesse proposto di poter tenere i figli in un'altra casa, non quella dove sarebbero stati girati i filmini hard. Niente da fare: in attesa della prossima udienza, mamma e figli potranno comunicare solo ed esclusivamente al telefono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento