Orrore in campagna: il cadavere straziato da 50 coltellate

Un cadavere lacerato dalle 40 alle 50 coltellate. Questo l’orrore che si è presentato martedì notte ai carabinieri, intervenuti in una via di campagna della frazione Zocco di Erbusco, dov’è stato ritrovato il corpo del tunisino di 48 anni. A lanciare l’allarme una passante, poco prima della mezzanotte. Il corpo era disteso in una vecchia Mercedes, in un lago di sangue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre ai militari, sul posto è subito giunto anche il magistrato di turno, il pm Ambrogio Cassiani. Già interrogate diverse persone ma, al momento, non sembra esserci nessuna pista certa da seguire, sebbene la vittima avesse precedenti per droga e per l’utilizzo di banconote false. Viveva a Rovato assieme alla moglie italiana e al figlioletto di 8 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento