Cronaca

Debiti per 150mila euro: ancora ombre sull'omicidio di Frank e Vanna

Proseguono le indagini sul brutale omicidio di Frank e Giovanna, in Mandolossa: dal bilancio dell'attività della pizzeria risulterebbero debiti per 150mila euro. Interrogato anche il loro pizzaiolo

L'ombra dell'usura sulla morte di Frank e Giovanna. Lo annunciano gli inquirenti nel corso delle indagini serrate a pochi giorni dall'omicidio: come riportato da più agenzie di stampa, sotto la lente d'ingrandimento degli investigatori anche il bilancio dell'attività di pizzeria, con debiti accertati per oltre 150mila euro di cui quasi 100mila solo verso i fornitori. Come scrive poi l'Ansa, i due coniugi uccisi avrebbero avuto alle spalle un paio di “avventure imprenditoriali” finite con il fallimento.

Da qui ad arrivare al movente ce ne vuole, ma è comunque una pista. Così come potrebbe essere considerata tale anche il fermo immagine dei due malviventi in azione, a bordo di uno scooter ma con casco integrale in testa: il video delle telecamere di sorveglianza è ora a Milano, sotto i ferri della Polizia Scientifica.

Il procuratore Tommaso Buonanno intanto si dice ottimista sul buon esito dell'inchiesta: “Stiamo indagando a 360 gradi – ha dichiarato all'Ansa – ma ogni conclusione per ora è prematura”. In queste ore è stato interrogato il pizzaiolo di 42 anni, dipendente del locale, che circa un mese fa era rimasto ferito in un agguato.

“Siamo disperati anche noi”, avrebbe detto la moglie dalla sua abitazione di Roncadelle. Mentre la figlia risponde in altro modo: “Non abbiamo paura, noi non abbiamo nulla da nascondere”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debiti per 150mila euro: ancora ombre sull'omicidio di Frank e Vanna

BresciaToday è in caricamento