Cronaca

Lanciano sassi dal cavalcavia, colpita un'auto: a bordo un bimbo di appena 3 mesi

Dell'accaduto sono già stati informati i carabinieri: sarebbe il secondo episodio in pochi giorni. La denuncia di una giovane mamma: tragedia sfiorata sulla superstrada

Il parabrezza colpito dal sasso

Colpiti in auto da un sasso “grande come un pompelmo”: la crepa sul parabrezza, la paura di farsi davvero male. E a bordo c'era anche un bimbo di appena 3 mesi. E' questa la brutta disavventura capitata a una giovane coppia bergamasca, che domenica pomeriggio era in viaggio sulla superstrada della Val Seriana, subito dopo lo svincolo di Nembro e poco prima della Galleria Montenegrone, in territorio di Scanzorosciate.

Il sasso piomba dal cielo all'improvviso

Il sasso piomba dal cielo all'improvviso, probabilmente lanciato dal vicino cavalcavia. Un boato, una brusca frenata, il vetro che sembra andare in frantumi e invece resiste. “Chiunque tu sia – scrive su Facebook la giovane mamma di 29 anni che in quel momento era in macchina con il compagno e il figlio appena nato – sappi che non è successo niente per miracolo, ma che in auto c'era anche un neonato. Ci vuole tanta cattiveria e stupidità per fare una cosa del genere”.

La denuncia ai carabinieri

L'episodio, come riferisce ancora la ragazza, si è verificato “in corrispondenza del secondo cavalcavia della superstrada che attraversa la Galleria Montenegrone, in direzione Seriate”. Dell'accaduto sono già stati informati i carabinieri: sarebbe già la seconda volta in pochi giorni, tra l'altro lungo la stessa tratta.

E' stato infatti segnalato un altro episodio, in cui sarebbero rimasti coinvolti due fotografi: anche loro viaggiavano in direzione Seriate, anche loro sono stati colpiti da un sasso appena prima della Galleria Montenegrone. Le indagini proseguono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano sassi dal cavalcavia, colpita un'auto: a bordo un bimbo di appena 3 mesi

BresciaToday è in caricamento