Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Sospetta morte per amianto, rinviato il funerale

La Procura di Brescia ha sospeso le esequie di un 80enne, ex camionista, disponendo l’autopsia per indagare sulla causa della morte: mesotelioma pleurico.

L’ombra dell’amianto sulla morte di un 80enne di Carpenedolo. La Procura di Brescia ha sospeso e rimandato a domattina il funerale di Ermanno Tebaldini, deceduto a mezzogiorno di mercoledì, 17 maggio, disponendo l’esame autoptico. Il motivo della sospensione è legato al passato professionale del pensionato, ex autista di una ditta del paese. 

La notizia del rinvio è giunta poco dopo la veglia funebre, quando ormai il funerale era organizzato per la mattina di ieri, sabato 20 maggio. La Procura tramite l’autopsia vuole capire se esiste una correlazione diretta tra il mesotelioma pleurico e l’attività della ditta per la quale lavorava l’uomo. 

In attesa dei risultati dell’esame - effettuato nella mattina di ieri - la famiglia non ha sporto denuncia. I primi dubbi circa la causa della malattia sono stati avanzati, mesi fa, da un medico del lavoro che visitò il signor Tebaldini.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospetta morte per amianto, rinviato il funerale

BresciaToday è in caricamento