Focolaio di "Blue Tongue" in un allevamento: è allarme nel Bresciano

Un caso registrato di “blue tongue” in un allevamento di bovini a Milzano: ce ne sarebbe un altro a Ponti sul Mincio, in Veneto è una vera epidemia. La stalla verrà messa in quarantena

Un caso di Blue Tongue (Foto d'archivio)

Allarme rosso: anzi, allarme “blu”. In un allevamento bresciano di bovini di Milzano sarebbe stato infatti accertato un caso di “blue tongue”, noto anche come “virus della lingua blu” o “febbre catarrale”. Si tratta di una malattia infettiva, anche se non contagiosa, trasmessa ai ruminanti dagli insetti.

Si manifesta in bovini e ovini (nei secondi in forma più grave) ma pure nei cervi, con sintomi caratterizzati da infiammazione, congestione, edema alla testa, emorragie, ulcere. L'animale rischia comunque di morire. Il segno caratteristico, e sensibile anche a occhio nudo, è la lingua malata, che tende ad assumere un colore vicino al bluastro.

L'allarme è stato lanciato da un allevamento di Milzano: una mucca è stata contagiata. Il caso è già stato accertato: disposta la quarantena dell'allevamento, il probabile abbattimento del capo, controlli serrati sugli altri animali per almeno altri due mesi.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento