Abusivi al mercato di Brescia, vendono cellulari contraffatti

Fermati e denunciati per ricettazione due giovani immigrati 'beccati' nel corso del mercato del sabato a Brescia mentre cercavano di vendere un iPhone e un Nokia, contraffatti e ormai inutilizzabili

Tra le bancarelle ‘ufficiali’ del mercato del sabato, a Brescia, tra Via San Faustino e il Carmine, la Polizia ha fermato e arrestato due stranieri che rivendevano telefonini rubati e contraffatti ad ingenui avventori di passaggio.

Sono stati fermati, all’angolo tra Via San Faustino e Largo Formentone. I due giovani immigrati cercavano di vendere un iPhone e un altro modello di Nokia: tutti e due contraffatti, tutti e due ormai inutilizzabili. Oltre ai due ‘aggeggi’ elettronici i due proponevano alla vendita anche dei profumi rubati.

Sono stati condotti al vicino commissariato del Carmine, denunciati e indagati per ricettazione. Una segnalazione, non confermata, racconta di altri due giovani 'beccati' all'ingresso dell'Esselunga di Via MIlano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

Torna su
BresciaToday è in caricamento