Manerbio, ristorante bruciato: cadavere trovato in un armadio

La vittima del rogo è Franco Pinna, 58enne di origini sarde

Le fiamme avvolgono la palazzina che ospita il ristorante Al Quadrifoglio (foto: Nav Kiran)

MANERBIO. Mentre ancora devono essere accertate la cause che hanno scatenato l’incendio all’interno della palazzina che ospita il ristorante “Al Quadrifoglio”, appare quasi certo che la vittima - Franco Pinna, 58enne sardo - abbia cercato in tutti i modi di salvarsi ormai braccato dalle fiamme: il cadavere è stato infatti trovato all’interno di un armadio, ultimo disperato rifugio prima della morte per asfissia.

La vittima è stata trovata dopo diverse ore dall'inizio del rogo, nell'appartamento al primo piano proprio sopra il locale bruciato. In quel momento erano presenti altre due persone, che sono però riuscite a mettersi in salvo calandosi da una finestra. E’ stata proprio una di loro che, inspiegabilmente, ha aspettato circa due ore prima di dare l’allarme per una "possibile" terza presenza nell’abitazione.   

Franco Pinna, cagliaritano, si era trasferito nella nostra provincia da circa 20 anni, assieme al fratello che oggi vive a Gardone Valtrompia. Qualche anno fa aveva perso il lavoro e, per sopravvivere, chiedeva l’elemosina fuori dai negozi del centro. Sulle cause dell’incendio sono ancora in corso le indagini dei carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento